Edizione 2022

Dove tutto è iniziato

Attenzione! I seguenti testi sono inventati: questa pagina è sotto sviluppo

L'inizio

In un angolo incantato della Lucania, tra le fronde verdi e i sussurri del vento, nacque il sogno di "Naturalmente Tecnologici".
Era il 2022.
Visionari e appassionati di tutto il mondo si riunirono, attratti dal desiderio di connettere natura e tecnologia.
Lì, sotto il cielo stellato, prese vita un festival che prometteva di unire arte, scienza e comunità, creando un futuro condiviso e sostenibile.
Così iniziò la magia di NT22, un'avventura destinata a crescere.

VolantinoNT-white

Un trionfo di idee

Nel 2022, le conferenze di "Naturalmente Tecnologici" furono un vero spettacolo di menti brillanti e visioni innovative.
Esperti di fama mondiale si alternarono sul palco, condividendo conoscenze all'avanguardia e progetti pionieristici.

La platea, incantata, usciva ispirata e desiderosa di contribuire al cambiamento.

Visionari e pionieri

Nel 2022, "Naturalmente Tecnologici" accolse una schiera di ospiti illustri, tra cui scienziati, artisti e innovatori.

Tra loro spiccavano nomi come Luca Parmitano, l'astronauta che condivise le sue esperienze dallo spazio, e Marco Tempest, il mago tecnologico che stupì il pubblico con le sue performance.
Ogni ospite portò una prospettiva unica, arricchendo il festival con storie ispiratrici e visioni future.
La loro presenza trasformò l'evento in una celebrazione della creatività umana e della collaborazione globale.

millenium_poster

Parlano di noi

Un articolo su Basilicata Creativa descrive in dettaglio le attività e i punti salienti dell'edizione 2022, sottolineando la fusione tra natura e tecnologia e i laboratori interattivi che hanno affascinato i partecipanti.

Sassi Live ha trattato ampiamente l'evento, focalizzandosi sulle innovazioni ambientali e tecnologiche presentate durante il festival.

Un impatto duraturo

Nel 2022, "Naturalmente Tecnologici" raggiunse risultati straordinari, ponendo le basi per un impatto duraturo.
Il festival vide la partecipazione di oltre 500 visitatori, con un incremento significativo dell'interesse per le tecnologie sostenibili.
I laboratori pratici e le dimostrazioni tecnologiche ispirarono numerosi progetti locali, mentre le conferenze stimolarono nuove collaborazioni tra professionisti e ricercatori.

Inoltre, furono piantati più di 100 alberi nel Bosco Coste (non è vero), sottolineando l'impegno del festival verso la conservazione ambientale.